Aguzzoli: “Parchi aperti, manutenzione e aree cani”

Aguzzoli: “Parchi aperti, manutenzione e aree cani”

A Reggio Emilia esistono oltre 200 parchi pubblici e aree verdi, distribuite omogeneamente in diverse zone della città e portando ad una dotazione nel 2017 pari a 27,3 mq di verde fruibile per abitante. Si parla di numeri importanti ai quali vediamo non corrisponde spesso una manutenzione adeguata. Una delle prime segnalazioni che riceviamo dai cittadini dalle assemblee che facciamo sul territorio è proprio quella della trascuratezza del proprio parco vicino casa.
C’è poi un tema di sicurezza e non solo di estetica. Proprio oggi abbiamo appreso di diversi danni, uno importante su un albero in Via Wybicki dove sono intervenuti i vigili del fuoco, una miglior manutenzione prevede meno rischi per le persone e i loro beni. 

Pellini ha ragione quando dice che un agronomo del Comune e un pronto intervento di tecnici del verde comunali gioverebbe. Dal primo vorremo anche aumentare i tecnici del comune per controllare i lavori delle ditte che lavorano in appalto. Negli anni la logica delle esternalizzazioni iniziata da Graziano Delrio e continuata con Luca Vecchi ha impoverito i servizi comunali come gli conosciamo, e non è vero che ci è costato meno se guardiamo i dati. Così come è stato un errore smantellare l’attività dei “volontari del verde”. 

In Coalizione Civica pensiamo che un parco chiuso sia una sconfitta. Vogliamo invece lavorare nel dotare ogni parco della città di una area cani (ha un costo sui 20.000€ quindi una cifra raggiungibile per il bilancio del Comune) oltre al fatto per il benessere degli animali aumenta le frequentazioni degli spazi comuni che se non resi belli e funzionali diventano terra di nessuno. Un parco curato vuol dire anche aree attrezzate per il gioco dei bambini e percorsi per lo sport oltre che una illuminazione decorosa. Tutto questo aumenta la vivibilità e controllo di uno spazio comune, su questo dobbiamo lavorare. 

Questo si chiuderà in 0 secondi

× Scrivimi!