Discussa l’interpellanza sui voucher in Sala del Tricolore

Discussa l’interpellanza sui voucher in Sala del Tricolore

Oggi abbiamo affrontato il tema dei voucher lavoro in Sala del Tricolore.

L’Assessore con delega al personale Natalia Maramotti ha risposto che questo strumento per pagare i lavoratori non è utilizzato dal Comune di Reggio Emilia ma che ad oggi non è possibile sapere che se le ditte che hanno vinto appalti utilizzano o meno voucher. Per il futuro propone controlli conosciuti

Nella risposta finale ho detto che serve compiere la scelta politica di inserire nei capitolati d’appalto l’esclusione del voucher come forma di pagamento ai lavoratori.

Il voucher è inoltre la forma più estrema di precarizzazione del lavoro, sono escluse importanti salvaguardie lavorative come la maternità, la malattia, la disoccupazione, gli assegni per il nucleo familiare e tanto altro. Inoltre sì è creato un paradosso perché anziché combattere il lavoro nero, i voucher lo creano. Se ad esempio un ispettore del lavoro va a fare un controllo in una impresa i datori di lavoro possono mostrare i buoni, magari da due ore, e dire che quel dipendente è lì solo per quel tempo. Salvo poi trattenerlo magari nove o dieci ore e le altre pagargliele in nero. Con il problema che dimostrare l’illecito diventa ancora più difficile rispetto alla situazione precedente al voucher.

E’ un punto su cui tornerò per il nuovo codice appalti del Comune di Reggio Emilia a cui stiamo lavorando.

LEGGI QUI IL TESTO DELLA MOZIONE SUI VOUCHER PRESENTATA IN COMUNE A REGGIO EMILIA 

Voucher Dario De Lucia comune reggio emilia

L’articolo della Gazzetta di Reggio che ringrazio

Questo si chiuderà in 0 secondi

× Scrivimi!