La pillola del giorno dopo e Farmacie Comunali Riunite

La pillola del giorno dopo e Farmacie Comunali Riunite

1

Ho depositato in Comune una interpellanza pubblica per sapere se nella partecipata Farmacie Comunali Riunite viene garantita la vendita della pillola anticoncezionale d’emergenza. 

 

Dall’ 11 Maggio 2015 è possibile ottenere direttamente in farmacia la pillola per la contraccezione d’emergenza ellaOne (ulipstral acetato, 30mg) senza più la necessità di prescrizione come negli altri paesi europei.  Sulla Gazzetta Ufficiale dell’8 Maggio 2015 è stato pubblicato la determina con cui l’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) ha dato il via alla libera vendita.

Federfarma ha resto noto che dal 3 Marzo 2016 anche il farmaco anticoncezionale Norlevo (a base di levonorgestrel) diventa un farmaco SOP (cioè senza obbligo di prescrizione).

Questo consente a tutte le donne di età superiore ai 18 anni di ottenere l’accesso diretto alla contraccezione d’emergenza. Contemporaneamente è stata anche abolita l’obbligatorietà del test di gravidanza precedentemente previsto. La delibera dell’Aifa ha recepito la decisione da parte della Commissione Europea (CE) di consentire l’accesso a ellaOne direttamente in farmacia in tutti gli Stati membri dell’UE, sulla base del riconoscimento da parte del CHMP (Comitato per i medicinali per uso umano).

Ricordo che la “pillola del giorno dopo” è un contraccettivo d’emergenza e non un farmaco abortivo, non si comprende quindi l’obiezione di coscienza dei farmacisti. Il diritto della donna a comprare il farmaco anticoncezionale d’emergenza viene prima di tutto ma spesso e troppe volte negato.

Associazioni integraliste cattoliche,  cito ad esempio Pro Vita e i Giuristi per la Vita, supportano i farmacisti alla non vendita del farmaco anticoncezionale. Se trovate farmacisti refrattari a consegnarvi il farmaco è vostro diritto e dovere chiamare la polizia e fare un esposto pubblico, la vendita non vi può essere negata.

 

logofcr
Il Comune di Reggio Emilia ha una azienda speciale, Farmacie Comunali Riunite, che gestisce 24 farmacie del Comune di Reggio Emilia su un totale di 33 farmacie aperte al pubblico presenti sul territorio.

 

L’azienda gestisce inoltre 9 farmacie nella Provincia di Reggio Emilia (Villa Minozzo, San Polo d’Enza, Cavriago, Collagna, Ligonchio, Quattro Castella, S. Ilario, Scandiano, Ventoso). Da ciò deriva all’azienda controllata dal Comune ha una particolare responsabilità per realizzare un servizio farmaceutico moderno ed efficiente per la popolazione reggiana.

Con questa interpellanza voglio sincerarmi che il farmaco anticoncezionale d’emergenza venga venduto senza riserva alcuna nella farmacie di gestione pubblica. I punti che voglio conoscere e che saranno pubblici a tutti i cittadini sono i seguenti:

 

  • Se all’interno della Azienda Speciale Farmacie Comunali Riunite sono in servizio “farmacisti obiettori”.
  • Qual è la linea d’indirizzo del Comune di Reggio Emilia e della sua Azienda Speciale Farmacie Comunali Riunite di fronte a farmacisti dell’azienda che si rifiutano di rilasciare la pillola anticoncezionale d’emergenza alle donne di Reggio Emilia.
  • Se viene garantito alle donne, in particolare per le farmacie dei piccoli comuni della Provincia, la dispensa del farmaco anticoncezionale post-coitale.

 

PDF-Logo

 

INTERPELLANZA: Servizio di somministrazione della “pillola del giorno dopo” presso le farmacie del gruppo Farmacie Comunali Riunite 

Questo si chiuderà in 0 secondi

× Scrivimi!